La pittura è materia, nasce dallo sguardo, nel pensiero e ha un destino segnato: non può rimanere un’idea. Non so dire, non trovo giustificazioni e le ragioni che mi spingono a mettere il nero piuttosto che il blu, a stendere bianco sopra bianco, a utilizzare tela o carta, polvere o pigmento, rimangono inspiegabili.
– VELASCO –

Così Velasco racconta il progetto commissionatogli da Binda. Velasco, uno tra i pittori più interessanti del panorama artistico italiano, è stato incaricato di creare oltre trenta immagini ad hoc, richiamando l’affascinante idea simbolica e metaforica che orologi e gioielli ispirano. Un progetto che ha protagonista la materia, l’acciaio, e l’energia che da ciò può derivare. Su sfondi metropolitani Velasco ha immaginato scene a tratti figurative, ironiche, provocatorie che sappiano comunicare lo spirito e l’idea generatrice dei prodotti.

Ora ho scoperto l’acciaio, attrazione affascinante, tattile e cerebrale, si è presentata come nuova materia per navigare nella pittura offrendomi possibilità e trasformazioni. A questo non avevo mai pensato.
– VELASCO –

DESIGN EMOTION

BREIL LUXURY