Breil Luxury

Già negli anni Trenta, Innocente Binda aveva intuito le potenzialità di un approccio creativo alla pubblicità. Per dimostrare l'affidabilità e la resistenza dei prodotti Wyler Vetta fece lanciare alcuni orologi dotati di movimento Incaflex dalla cima della Tour Eiffel. Il perfetto funzionamento del movimento, dopo un salto di trecento metri, si trasformò nel primo caso pubblicitario della storia dell'azienda.

Binda associava così ai propri prodotti i valori di una progettazione eccellente e dell'uso di materiali di alta qualità, ma anche l'idea stessa di modernità, evocata dalla torre parigina. Questa sensibilità per la comunicazione, fondamentale per chi opera nel campo dello stile, ha caratterizzato tutte le scelte pubblicitarie del Gruppo. La forte capacità innovativa dell'approccio e del messaggio ha segnato il rapporto tra marchio, settore e media. Per decenni i produttori di orologi hanno investito solo sul mezzo stampa; Binda ha scelto la televisione e ha sovvertito gli schemi, sorprendendo il mercato e incontrando il successo tra i consumatori. La comunicazione dei marchi Binda, dal forte impatto emotivo, si è spinta in nuovi territori espressivi, creando dei veri fenomeni di tendenza. Il rilancio del marchio Breil, nel 1994, ha avuto al suo centro una campagna pubblicitaria entrata nella storia della comunicazione. Un claim ispirato a sensualità e dinamismo, ''Toglietemi tutto ma non il mio Breil'', ha avuto un fortissimo impatto sugli italiani.

Associato nel tempo ad attrici e top model come Monica Bellucci, Shana, Carré Otis, Jane Campbell, ha contribuito a fare del marchio il leader del suo mercato. L'evoluzione del claim in ''Don't Touch my Breil'', nel 2002, ha facilitato la diffusione della notorietà relativa al posizionamento del marchio a livello internazionale.

Il 2007 vede Charlize Theron nuova ambasciatrice del marchio Breil Milano nel mondo, non solo per la sua naturale bellezza, ma soprattutto per la sua moderna personalità. Breil Milano ha anche un volto maschile, quello del noto attore americano Edward Norton, testimonial orologi e gioielli.

Nel 2009 c’è un vero e proprio ritorno al dna della marca Breil e, insieme, al claim ''Toglietemi tutto ma non il mio Breil''che tanto l’ha resa famosa negli anni. La nuova campagna, destinata a un pubblico di forte carattere, ribadisce con forza i valori originari che l’hanno fatta diventare una marca iconica.